Il senso della misericordia

10.00 € 9.50

Pagine: 142 pp.; formato 12.5x19

Anno edizione: 2016

ISBN 978-88-89669-66-2

Romena

Roberto Mancini

Il senso della misericordia

“Il senso del Vangelo non va cercato in un concetto o in una dottrina, perché invece è un invito: l’invito alla felicità indistruttibile, l’invito alla vita vera che non ha fine.
La misericordia è la soglia d’accesso per chi sceglie di seguire questo invito. È come una voce che con tenerezza chiama ciascuno per nome.

(Roberto Mancini)

"Quando si arriva alle ultime righe di questo prezioso libro, sgorga spontanea e riconoscente nel cuore la preghiera di Giobbe “Io ti conoscevo solo per sentito dire, ma ora i miei occhi ti hanno veduto” (Gb 42,5). Si pensava di conoscere cosa fosse la misericordia, ma ci voleva Roberto Mancini per farcela vedere."

(dall'introduzione di Alberto Maggi)



Che cosa è misericordia? Perchè questa parola è la pietra angolare della fede cristiana? Cosa può significare aderire alla logica della misericordia piuttosto che a quella del sacrificio, in cui molti cristiani sono cresciuti? Parte da domande come queste l’ultimo libro del filosofo Roberto Mancini.
“Il senso della misericordia” è infatti un cammino profondo nell’identità cristiana, attraverso il valore della sua parola più significativa: “Il senso del Vangelo – scrive Mancini - non va cercato in un concetto o in una dottrina, perché invece è un invito: l’invito alla felicità indistruttibile, l’invito alla vita vera che non ha fine. La misericordia è la soglia d’accesso per chi sceglie di seguire questo invito. E’ come una voce che con tenerezza chiama ciascuno per nome”.
Il libro propone un entusiasmante percorso, che ci invita a superare le strutture in cui siamo cresciuti (“siamo cresciuti essendo immersi nella mentalità del sacrificio, convinti della separazione per cui Dio sta in alto e noi in basso") per sentirci finalmente figli di un padre misericordioso, che ci ama incondizionatamente.
La misericordia diventa allora una proposta di vita: “Bisogna cercare Dio dove Dio ci cerca: nel cuore, nell’intimità della coscienza, nella concretezza della persona che siamo, e al tempo stesso nelle relazioni con gli altri, nel legame che ci unisce a tutti. Se l’abbraccio della misericordia è il nostro luogo rigenerativo, il cuore umano è il primo luogo della rivelazione divina”.